Salonicco in 3 giorni: cosa vedere e dove mangiare nella seconda città della Grecia

Salonicco mi ha stupito: piena di locali, affollata, assolutamente mediterranea. Salonicco è una città accogliente, popolata da persone cordiali e che vivono la vita con lentezza. La luce del golfo Termaico resterà sempre nel mio cuore. Quando per la prima volta ho messo piede sul lungomare, sono stata investita dalla salsedine e dal blu. Prima di partire ho trovato davvero poche informazioni sulla città ed è per questo che spero di fare cosa gradita nel parlarvi dei miei 3 giorni a Salonicco.

Giorno 1

Sono stata ospite per tre notti nello splendido Bahar Boutique Hotel: un boutique hotel con 16 camere nel cuore della città che combina l’antica ospitalità greca con la modernità di una struttura totalmente rinnovata. Si tratta di un boutique hotel di lusso che ha un’attenzione particolare all’architettura d’interni. I colori dominanti dell’arredamento del Bahar Boutique Hotel sono il blu del mare e l’oro del Sole che splende sempre sulla terra prediletta di tutti noi europei. I dettagli all’interno dell’albergo sono assolutamente instagram friendly: mappamondi, specchi, stampe, colori forti: è possibile fare delle foto molto carine.

La posizione del Bahar Boutique Hotel mi ha permesso di muovermi comodamente a piedi per tutta la durata del mio soggiorno.

Dall’aeroporto ho preso l’autobus X1 che collega in circa 40 minuti i terminal al centro città al popolarissimo prezzo di 2 euro a biglietto (al rientro ho preso il taxi e in notturna ho speso 20 euro).

Un altro punto di forza del Bahar Boutique Hotel di Salonicco è la colazione: continentale, ma con un’attenzione particolare ai gusti mediterranei. Olive, feta, miele, marmellate, dolci fatti in casa e anche piatti da richiedere al momento grazie a un menù à la carte delizioso. L’ultimo giorno poiché sono partita di mattina molto presto mi hanno perfino preparato una colazione al sacco!

Nel mio primo pomeriggio in città, complice un Sole meraviglioso, ho deciso di percorrere il lungomare fino alla Torre Bianca di Salonicco.

Ne ho poi approfittato per vedere la statua con Alessandro Magno, la scultura con gli ombrelli che avrete sicuramente visto su Instagram, l’Arco e la Tomba di Galerio e alcune rovine bizantine.

Sembra tanto, ma tutto questo lo si vede in poco tempo perché è  nell’arco di 1 o 2 km al massimo.

A pranzo sono stata da Xaroupi, un ristorante di Salonicco, ma con specialità dell’isola di Creta. Nello storico quartiere di Ladadika, quello più genuino, questo ristorante non è una trattoria classica greca, ma presenta i propri piatti con una cura particolare. I prezzi sono nella media della città (ogni piatto costa massimo 10 euro), vi consiglio di provare il puré di fave: una delizia.

A Salonicco dovete prendervi il vostro tempo, godervi l’atmosfera: Salonicco è una città brulicante di vita, con tantissime persone a spasso anche nei pomeriggi infrasettimanali. Non sarà difficile fare due chiacchiere seduti su una panchina rivolta verso il mare o bere un delizioso caffé takeaway accarezzando uno dei tanti mici greci.

Dopo una breve sosta al Bahar Boutique Hotel per godermi la doccia enorme della mia camera, ho cenato da Palati, un’autorità per quanto riguarda la cena con musica tipica greca.

Non è stato semplice scegliere perché nella vicina via EGIPTOU ci sono tantissimi posti per cenare e bere un ouzo, ma Palati, dopo una breve ricerca, si è rivelato il migliore per una esperienza al 100% greca.

Sono partita per Salonicco alla ricerca del Rebetiko e ho trovato ciò che volevo. I musicisti greci accompagnano la cena, ma appena cala la notte tutti si alzano dai loro tavoli e iniziano a cantare e ballare su note di una dolce musica che sarebbe malinconica, se non si fosse tutti uniti in un abbraccio che scaccia ogni malinconia e avvicina anche gli estranei.

Giorno 2

Il secondo giorno ho iniziato con una colazione abbondante a base di uova strapazzate, torta al cioccolato, spremuta e tutto quello che uno stomaco umano può pensare di mangiare davanti a un enorme buffet di qualità. Il bar del Bahar Boutique Hotel è aperto anche al pubblico e lo consiglio anche solo per un caffè pomeridiano perché è davvero un posto carino.

In mattinata ho girato per il mercato, molto simile ai mercati turchi, pieno di spezie, olive, dolci, frutta secca e tanto altro da gustare o portare come souvenir.

Ho poi pensato di dedicarmi a un po’ di shopping nella famosissima via Tsimiski: nonostante il bagaglio a mano Ryanair (quello piccolo senza sovrapprezzo) sono riuscita a portarmi delle chicche a casa.

Ne ho approfittato per visitare Piazza Aristotele, la Chiesa di San Demetrio e la Basilica di Santa Sofia. Tutto splendido.

Per riprendermi dalla camminata in giro per la città e poiché iniziava a piovigginare ho pensato di regalarmi una coccola speciale.

Sono stata ospite di Idolo Beauty Spa che mi ha rimesso in sesto con un trattamento corpo da 40 minuti al Baobab. La massaggiatrice che mi ha accolto ha usato un esfoliante che è andato poi via senza risciacquo grazie a un ulteriore prodotto al Baobab che ha utilizzato per massaggiarmi a fondo. I muscoli sono tornati come nuovi e la pelle è rimasta liscissima per giorni.

Il lettino ad acqua che si muove ogni 30 secondi creando un effetto “cullata dalla onde” e il colore della lampada personalizzato sui miei gusti (ho scelto il verde acqua) hanno contribuito a creare un relax totale.

Da Idolo Beauty e Spa, proprio sul lungomare, è possibile fare massaggi di coppia, trattamenti corpo e viso, ma anche semplicemente affidarsi alle cure di estetiste esperte che in vacanza possono essere preziose nel gestire le emergenze e i ritocchi. Oltretutto l’azienda fa provare e vende macchinari anche in Italia quindi se tra voi all’ascolto c’è qualcuno con un centro estetico drizzate le antenne, potrebbe essere interessante per voi!

Dopo il massaggio ho fatto un brunch da Hozeva (Spandoni 5): questo posto, con cucina aperta tutto il giorno, è sicuramente il mio preferito di Salonicco. Ho preso qui gli involtini di foglie di vite e riso (dolmadakia) e delle polpettine di melanzane e carne accompagnate da una crema di feta che mi hanno lasciato sazia e soddisfatta. Non c’è stato bisogno di chiedere il dolce e l’amaro perché mi hanno offerto una pasta frolla e un bicchiere di tsoupiro, la bevanda ambrata simile alla grappa italiana, ma nella versione che mi hanno offerto non troppo forte, con un sentore di miele. Il conto è stato una sorpresa: poco più di 10 euro per un pasto da regina. Parlano inglese, sono molto cordiali. Tornerò sicuramente.

Spazio per la MOVIDA il giovedì sera: sempre a Ladadika, la parte più autentica di Salonicco, c’è il Brockolo Bar che è il posto per chi ama i concerti. Quando la musica live termina si parte con un’atmosfera da club che va avanti fino a mattina. Comodissimo per me perché è a due passi dal Bahar Boutique Hotel. Nota di merito anche per il Wonderwall Bar da cui però sono solo passata e dove ritornerò sicuramente.

Giorno 3

Ultimo vero giorno a Salonicco per me perché il quarto giorno è quello della ripartenza. Mi sono svegliata tardi, lo so, non sono più il ghepardo di una volta e mi sono avventurata dopo colazione per la parte vicina all’Arco di Galerio per curiosare in un negozio di dischi, lo Studio 52, che mi aveva attirato a sé oltre che per il nome per i dischi in vetrina (David Bowie, Elvis, Beirut).

Pranzo rapido con un pezzo di torta salata comprata in uno dei tanti Todaylicious a 2 euro inclusa Coca Cola Zero. Insomma, vorrei farvi notare che Salonicco è una meta davvero per tutte le tasche.

Prima di concedermi un’ultima sera di movida greca ho deciso di continuare con il benessere del corpo. Ormai quando viaggio non voglio più solo distruggermi e visitare, ma anche fare una vita migliore rispetto a quella routinaria e per questo ho deciso di recarmi da Luxury Living Massage & Spa per un trattamento di due ore viso e corpo. Questa struttura è sia SPA che Hotel, è in una delle zone più moderne e comode da girare della città, a due passi dalle attrazioni turistiche e offre camere con accessori come saune e jacuzzi.

Nella parte di SPA è possibile scegliere uno dei tanti trattamenti proposti, dopo aver esitato un po’ sulla scelta, inizialmente volevo provare il trattamento al cioccolato, ho deciso di fare quello corpo/viso con massaggio profondo. Quando sono uscita da lì avevo 10 anni in meno, è stato bellissimo, farei fatica a scegliere tra questa SPA e quella testata il giorno prima.

Forse però da Idolo Beauty Spa l’accoglienza del personale è stata più calorosa e per questo ritornerei lì.

Ultima sera al Prigipessa: locale  per la musica live greca, spettacolo pieno di passione ed emozione. Davvero da non perdere per chi passa da qui. Su internet lo troverete come “il migliore locale della Grecia” e mi sento di dare ragione a chi lo dice. Ovviamente non aspettatevi un club tipo quelli che potete trovare alle Cicladi, ma un posto per un pubblico adulto, curioso della musica greca. Da queste parti potreste trovare anche Capossela.

Vi metto una lista di altri ristoranti che avrei voluto provare e non ho fatto in tempo (una persona quante volte può mangiare in 3 giorni?) ma parlando con i locals mi hanno incuriosito:

  • KOUZINA by KIOUPIA Ladadika (3-5 Morihovou Sq)
  • Maitr kai Margarita (Verias 2)
  • Extravaganza (Episkopou Amvrosiou 8): locale chic, ricercato, da testare per la modernità
  • Mezen (Rogkoti 3): per ogni bicchiere di Tsipouro qui danno in omaggio un piattino di cibo greco, stile aperitivo)
  • Igglis (32, Irodotou): nella parte alta della città che non sono riuscita a vedere, è una taverna tipica consigliata da diverse persone.

Attrazioni da visitare intorno Salonicco:

  • Meteore della Grecia
  • Tombe e Museo di Vergina
  • Kavala

Spiagge:

  • Paralia Katerini
  • Makrigialos (villaggio di pescatori raggiungibile in bus da Salonicco)
  • Asprovalta (spiaggia di sabbia finissima)
  • Perea
  • Agia Triada
  • Epanomi o Potamos beach

Fatemi sapere se ci andate e se avete bisogno di codici sconto per gli alloggi ricordate che potete contare sulle promo che ho a disposizione per voi.

4 pensieri riguardo “Salonicco in 3 giorni: cosa vedere e dove mangiare nella seconda città della Grecia

  1. ..e dopo un anno di lavoro , come meta per le vacanze estive, cosa si puo’ desiderare di piu’??
    Mare cristallino , sabbia finissima, sole , luce , cibo buono , negozietti , ristoranti , pub , e poi il “massaggio al cioccolato ” mi ha davvero incuriosita, ho deciso , quest’ estate vada per Salonicco , se è splendida come la descrivi e con prezzi cosi’ accessibili poi..si , il tempo di verificare il periodo che concilia con la chiusura estiva e poi prenoto, sempre che trovi una camera disponibile presso il bellissimo Bahar Boutique Hotel !!
    A presto , giuro !

  2. Ciao Christina. Sono un cittadino di Salonicco. Ti ringrazio per le tue parole per la mia città, sei gentilissima. Voglio dire duo cose ma prima perdonami per il livello del mio italiano.
    La città ha una grande storia che inizia dagli anni del Byzantium. Era la seconda città più importante dopo il Konstantinoupoli(nessun greco dirà Istanbul) però ha perso questo fascino ma la storia rimane. Ora è in una fase di transizione per essere di nuovo una città protagonista in Grecia e in Balkani, quindi ci sarrano molte cose nuove nel prossimo futuro però ci sono anche molti diffeti come ovunque. Tu avrei già visto sicuramente le operazioni per la metropolitana che doveva essere pronta qualche anno fa. Io direi a chiunque che voglia venire di andare sicuramente ai musei importanti in centro, al museo di civiltà byzantina e al museo archeologico. La parte più bella della città dopo il centro è la parte oriente, con la regione che si chiama “Krini” che è accanto al mare con la marina con le barche. Questa regione inizia dal palazzo del re ( dagli anni 60′) che non è aperto per il pubblico però la vista al mare è unica.Si può camminare da lì fino ai negozi e trattorie di Krini. La nord parte della città ha un grande storia e i castelli meritano una visita. La vista da lì è meravigliosa. Le trattorie che hai scritto sono abbastanza buone. Io preferirei da questi Iglis, Xaroupi. Per buona carne meritono trattoria(si chiama taverna in greek) “Palia Athina”, “Halaro”(accanto a Krini) per pasta “Ballaro” e “Rosticceria” (negoziante italiano). Per le spiagge che sono la cose importanti nell estate, tutti andiamo a Chalkidiki e non alle spiagge che hai riferito che non sono male però non sono qualcosa speciale. Chalkidiki ha tre parti (si chiamano “podia” in greco =piedi). La seconda e la terza hanno le migliore spiagge e sono le più belle con natura incredibile. Anche il primo ha buone spiagge però sono piene di gente perché sono più accanto a Salonicco. Per tutte le parti di Chalkidiki serve macchina. Posso dire molte cose di più però credo che queste bastano ber una visita a Salonicco e Chalkidiki di pochi giorni.

    1. Theo grazie mille per questo commento così completo e utile! Sono davvero felice che tu abbia letto il mio post e spero continuerai a seguire il blog anche quando parlerò di altre mete in Grecia. Un abbraccio!

Lascia un commento