Whitechapel: la nuova zona “cool” di Londra

A luglio di quest’anno sono stata ospite del New Road Hotel a Whitechapel, un albergo super stiloso e contemporaneo a East London, in una zona che è cresciuta tanto negli ultimi anni fino a diventare uno dei posti più “cool” da vivere e visitare.

I miei amici che abitano a Londra mi hanno raccontato che quando si vive in una città enorme e piena di opportunità come The Big Smoke ci si trova a vivere molto il quartiere, a spostarsi il minimo indispensabile. Molti che si sono stabiliti in città da anni hanno scelto di abitare nei quartieri interessanti di Brixton o Battersea, ma chi sta cercando una casa ora o decide di visitare la città per più di un weekend si sta interessando moltissimo alla zona di Whitechapel.

Una volta conosciuta soprattutto per le terribili gesta di Jack lo Squartatore e più avanti quasi esclusivamente per i ristoranti etnici, Whitechapel ora è diventata una zona di Londra da vivere e scoprire.

Soggiornando al New Road Hotel ho avuto modo di girare tanto e di approfittare dei tesori nascosti della zona, vi lascio qui un piccolo elenco di cose imperdibili se siete in zona:

  • Il New Road Hotel: sono stata ospite in una splendida stanza con le tende di jeans. Comoda, moderna, senza orpelli inutili come il telefono per la reception, ma super contemporanea: un numero whatsup (e il super fast wifi) sempre a disposizione per comunicare con lo staff.  Mi è sembrato quasi di essere a New York: la struttura in mattoni rossi, un tempo fabbrica di tessuti, l’attenzione all’arredamento e al “brand” (le tende e le divise del personale sono fatte di jeans a richiamare la storia dell’edificio), il delizioso ristorante dello chef Marco Pierre White, il primo chef giovane a ricevere 3 stelle Michelin… davvero un modo perfetto per godersi Londra anche nei brevi momenti in cui si è in albergo.
  • Le chicche: nella hall dell’albergo c’è un CEREAL BAR ovvero un bar che offre ogni tipo di corn flakes da gustare in enormi ciotole piene di latte; sul tetto c’è una vasca idromassaggio da cui godersi la vista sulla city; ci sono aree relax e aree meeting per incontri di lavoro. Insomma il New Road Hotel è un albergo che sposa completamente l’animo lussuoso, giovane e moderno della città.

 

  • A 500 mt dal New Road Hotel c’è l’incredibile Whitechapel Gallery. Si tratta di una galleria pubblica rinomata in tutto il mondo. Ha una grande parte d’esposizione gratuita e alcune mostre temporanee a pagamento. Vale la pena dedicarci almeno un paio d’ore per entrare in contatto con la serietà tutta londinese nel trattare una cosa importante come l’arte. Niente è lasciato al caso, tutto funziona perfettamente per rendere l’esperienza godibile. Una cosa che da italiana mi ha stupito: le toilet no gender, un gesto di civiltà che non è ancora così scontato da trovare. A luglio ho visto tra le altre cose un interessante documentario sui partigiani italiani e mi sono ritrovata a versare anche qualche lacrima di commozione. Da settembre partono tante altre esposizioni interessanti: come dicono quelli bravi “vale il viaggio”.
  • Brick Lane e Shoreditch: quartiere giovane e tech, luogo d’adozione di molte start-up europee e inglesi. Qui è possibile trovare baretti carini, sale giochi arcade quasi come se ci si trovasse negli anni ’80 di Stranger Things, la famosissima Rough Trade ovvero la Mecca per gli appassionati di musica e il mercatino di Brick Lane pieno di cose sfiziose di ogni natura.
  • La Wilton’s Music Hall: me ne ha parlato il mio amico Daniele. Vale la pena andarci anche solo per passare dal bar, ma ha una serie di concerti e spettacoli interessanti. La sala è molto bella ed è fuori dalle mappe della “solita Londra”.
  • Cable Street Mural: in una zona in cui la street art è di casa questo mural ha un significato importante per la città. Ricorda una battaglia antifascita dell’Ottobre 1936. Più che mai attuale in questi tempi bui.
  • Per i nostalgici della vecchia Whitechapel consiglio anche un walking tour dedicato ai luoghi di Jack lo Squartatore e il Jack The Ripper Museum perché hey, non si può essere sempre intellettuali.

Se state pensando a un weekend a Londra vi lascio qui l’articolo con tutti i codici sconto che posso offrirvi per Airbnb, Booking, Uber e simili per una vacanza lussuosa, ma economica.

Buon viaggio e attenti a non innamorarvi troppo di Londra.

 

 

Un pensiero riguardo “Whitechapel: la nuova zona “cool” di Londra

Lascia un commento